venerdì 12 settembre 2014

Accumuliamo calore (e risparmiamo)...con la serra bioclimatica!

Questo articolo non vuole avere carattere tecnico. Per informazioni tecniche o più specifiche lasciate il vostro commento o contattateci tramite email: retroanddesign@tiscali.it


A chi non piacerebbe avere uno spazio in più, in casa, in cui poter coltivare i propri hobby: un angolo per la lettura in tranquillità, per godere del verde delle piante, dipingere o semplicemente ritirarsi indisturbati a riflettere?
Per chi ha un terrazzo o, se al piano terra, dello spazio a ridosso delle pareti perimetrali di casa, questo è possibile!
Già, perché esiste la possibilità di costruire come vano tecnico (che quindi non incrementa le cubature della casa) quella che si dice una "serra bioclimatica".


Si tratta di una serra, ovvero uno spazio delimitato da delle vetrate, che "lavora" in sinergia con gli spazi abitativi a livello energetico, in quanto funge da captatore di calore e migliora il comfort della casa, collaborando alla riduzione delle spese legate al riscaldamento.



A differenza della "veranda" la serra deve proprio assolvere a queste funzioni: ecco perché la sua progettazione deve essere accurata e richiede una serie di accorgimenti e verifiche tecniche che diano la certezza della sua efficacia, in primis la verifica della sua esposizione che deve essere ottimale.

Questo "posto speciale" in estate si può aprire, diventando parte degli spazi esterni, e in inverno si mantiene chiuso.
Un limbo, non dotato di impianto di riscaldamento, ma intiepidito dai raggi del sole che esso è in grado di ottimizzare, consentendo una temporanea permanenza nelle ore più calde.


Nelle stagioni intermedie, poi, la serra diventa un'area aggiuntiva ampiamente godibile; anche se è importante ricordare che la serra non può essere abitata in modo permanente (es. area pranzo permanente), a differenza di una veranda.
Per realizzare una serra non è necessario disporre di grandi spazi, in alcuni casi la si può creare persino chiudendo un balcone, se ricorrono i giusti requisiti perché funga da "serra".


In caso contrario, la chiusura con le vetrate non sarà una "serra" ma una normale "veranda".
Per entrambe le casistiche è importante fare delle verifiche circa la loro fattibilità.



Una volta superati gli scogli tecnici, non resta che iniziare a sognare come decorare il nostro spazio "bonus" o la nostra veranda...
Di questo parleremo nel nostro prossimo post!

Non scordate di seguirci alla pagina facebook:  www.facebook.com/retroanddesign





Nessun commento:

Posta un commento

Puoi inserire un commento anche senza essere registrato