martedì 18 novembre 2014

Modernariato "da studiare": l'angolo studio vintage

Scrittoio, scrittoio...
Alzi la mano chi non ha la stanza in più da dedicare a stanza studio?!
Scommetto in molti...
Purtroppo non sempre è possibile "sacrificare" un intero ambiente da dedicare allo studio domestico; ma siamo proprio sicuri che il nostro angolo studio non si possa conciliare con un salotto, un soggiorno o una camera? Con certi arredi...non ne sarei poi tanto convinta!
Alcuni arredi anni '50 (ok, è conclamato, abbiamo un debole per questa epoca...) hanno delle linee così pulite: retrò ma la tempo stesso così moderne da riuscire ad integrarsi perfettamente anche in un ambiente "di rappresentanza" come può essere lo spazio soggiorno.
Che ne pensate di questo scrittoio?


Scherzetto!
In realtà nasce come "toilette", come si può notare in questa immagine in cui viene ripristinata la specchiera originale...




...e, proprio per questo, sarebbe perfetto per creare l'angolo studio in camera!
Nella versione senza specchiera, il portatile o i libri possono collocarsi sul piano in formica gialla (adorabile); i quattro cassetti profondi sono perfetti per riporre scartoffie e quello meno profondo, per attrezzature varie (pinzatrice, penne &co.).
Sul ripiano di sinistra ci può stare una stampante, mentre quello di destra si può mantenere libero, come piano d'appoggio. La manifattura italiana degli anni '50 è una garanzia in termini di qualità e il design è davvero simpatico, con gli inserti di colore giallo qua e là.

Se volete qualcosa di più capiente (magari avete la postazione fissa anzichè il portatile...e la collocazione è in salotto), perchè non orientarsi su qualcosa che arredi, ma lo faccia con stile?
Questo delizioso scrittoio in legno di palissandro, con piano in marmo, vetro retrodipinto e maniglie in ottone (sempre qualità italiana anni '50) può davvero stravolgere il concetto di angolo studio in salotto, facendolo diventare l'elemento catalizzante, anzichè un bruttume da nascondere e mascherare.


Se anche voi appartenete alla nutrita schiera di chi deve scendere a compromessi, ci sono senz'altro mille soluzioni che fanno al caso vostro, qualunque sia lo stile del contesto in cui l'angolo studio si debba inserire.
Se volete un aiuto, grazie alla rete dei nostri fornitori riusciremo a trovare insieme ciò che più si addica alla vostra situazione e alle vostre esigenze.
Come funziona il servizio "consulenza d'arredo" lo trovate qui: ogni singolo passaggio è scorporabile dagli  altri, per garantire la massima versatilità.

Ecco, ora mi spiace solo di avere una stanza dedicata allo studio...quasi quasi rinuncio al divano in salotto e ci metto uno scrittoio. Che dite?! ;-)

Per contattarmi, critiche, osservazioni o consigli potete usare il form o la mail retroanddesign@tiscali.it

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi inserire un commento anche senza essere registrato