martedì 2 dicembre 2014

Modernariato e arte digitale

Sapete che qui si parla di casa a 360 gradi, senza trascurare i dettagli.
Infatti sono proprio questi ultimi a fare veramente la differenza, a rendere una casa accogliente, curata, intima e personale.
Su certi dettagli d'arredo c'è poco da "imporre"; al bando mode del momento e guru dell'interior design...ciò che scegliamo per la nostra casa ci deve rappresentare, far sentire in un posto tutto nostro e, magari, avere anche una valenza affettiva!
Uno degli elementi più emozionali che si possano trovare in una casa è certamente costituito da ciò che appartiene alla sfera delle arti visive: fotografie, quadri...
Ecco, un'opera, che sia pittorica o fotografica, per essere "degna" di riempire i nostri spazi ci deve davvero piacere; deve colpirci, trasmetterci delle sensazioni.
A volte anche rappresentare un nostro stato d'animo, un modo di essere, una fase della vita.
Certamente deve anche adattarsi agli arredi che abbiamo scelto, essere capace di dialogare, per similitudine o antitesi, per contrasto.
Impresa ardua!
Un artista che ha colto questa sfida, quella dell'immortalare emozioni e stati d'animo in un modo inusuale e mai scontato, è Alessandro Chiarini, in arte Aledigitale.
Basta sfogliare il portfolio presente sul suo sito personale (www.aledigitale.com) per rendersi conto che i suoi "dipinti digitali" (perchè di dipinti in effetti si tratta, non di semplici fotografie) hanno la capacità di racchiudere nelle immagini non solo emozioni (in tanti lo sanno fare...e bene) ma addirittura "visioni".
Sideboard danese - dipinto aledigitale - lampadario danese anni '50

Con gli occhi di un bambino ancora capace di trasfigurare la realtà e renderla qualcosa di assolutamente interpretabile, personale e relativo, Aledigitale guarda ciò che ci circonda e vede scialuppe di salvataggio ove vi sono scarpe, tasti da pc ove vi sono sassi, tastiere di pianoforte ove chiunque vedrebbe un termosifone...


Design olandese per la credenza - dipinto aledigitale - lampadario Fog & Morup danese


Vasellame design danese anni '50 - dipinto aledigitale -  poltroncina danese anni '50
Così una scarpa malandata diventa emblema della burrasca, della tempesta che sconvolge la nostra vita; terra&mare&cielo si fondono in un paesaggio surreale fatto di pace e calma, ove le barche veleggiano in uno spazio che va oltre il contingente; la battigia si trasforma in una mappa, quella del viaggio di una vita.

Terra, mare e cielo si fondono e si confondono

I "dipinti digitali" sono solo una piccola parte della produzione di Alessandro, forse la più visionaria. Se spulciate tra le pagine del suo sito troverete ben altro: splendide immagini rubate alla natura, giochi di luce e lavori di grafica mai banali.
Sfogliare il suo portfolio è stato come immergersi in un mondo di poesia; una poesia futurista, frutto del sapiente uso della fotocamera e dell'arte digitale che ben si sposa sia con un arredo minimalista, ipermoderno, sia, per contrasto,  con arredi e complementi del passato, per enfatizzare la contrapposizione fra tecnologia e tradizione.
Ma come farvi capire ciò a cui mi riferisco se non mostrandovi qualche immagine?
Certamente dirà più di molte parole...
Se siete curiosi di vedere la rassegna fotografica completa, pubblicata sul sito di questo brillante e moderno artista, non vi resta che mettervi comodi: pronti a sfogliare e a sognare di partire per un fantasioso viaggio su www.aledigitale.com.
Sul sito troverete anche i riferimenti per mettervi in contatto con lui...e se desiderate seguirlo su Facebook, lo trovate QUI.

Buona visione e grazie ad Alessandro per la gentile concessione delle sue opere!

"L'allegria"
"Più delle parole"
"Età della pietra"
Il senso del viaggio racchiuso in una mappa disegnata sulla battigia in "Rotta"




Nessun commento:

Posta un commento

Puoi inserire un commento anche senza essere registrato