venerdì 27 febbraio 2015

Idee d'arredo con pavimenti vintage

Oggi ho proprio bisogno di una "boccata di blog" per condividere qualcosa di bello e creativo, che mi ha colpito.
A dire il vero avevo anche la necessità di evadere un po' dagli impegni professionali che stanno caratterizzando questi tempi e che sono di carattere molto tecnico e dunque, in questa fase, lasciano poco spazio alla fantasia.
Ecco allora che apro la finestra del blog per condividere qualcosa di bello, che mi ha ispirato!

Le case spagnole, quando d'epoca e tipiche, sono spesso contraddistinte da, più o meno apprezzate e apprezzabili, maioliche che ne rivestono i pavimenti.
Abituati come siamo a interni in parquet o in ceramiche dai toni molto neutri, può sembrare un azzardo orientarsi al mantenimento di un pavimento che "lega" molto nelle scelte di arredo: ad esempio un pavimento colorato, con geometrie più o meno anni '70.
Chissà se vi siete trovati a dover decidere se rimuovere o mantenere delle piastrelle un po' troppo seventies...se vi siete chiesti se li avreste potuti "reggere" o se, nel dubbio, avete smantellato il tutto e l'avete sostituito con qualcosa di più omogeneo e monocolore.
Le immagini di oggi vogliono mostrare come ciò che potrebbe essere un punto di debolezza, ovvero un pavimento molto disegnato, quasi invadente nelle sue fantasie, può essere invece essere volto in  enorme punto di forza; altamente caratterizzante, unico e integrabile anche in una casa moderna.

Lo so...i proprietari di questa dimora barcellonese hanno avuto gioco facile: in questo caso i pavimenti erano sí vintage e fantasiosi...ma delle belle maioliche tipicamente spagnole!
Forse non avrete la stessa fortuna, ma l'invito è quello di prendere spunto...


È interessante notare come i colori più accesi e dominanti di queste piastrelle, che vedono spiccare rosso, bianco e nero, siano stati ripresi  nei complementi d'arredo.
Mentre per i pezzi d'arredo principali...CONTINUA

sono stati scelti elementi in tinte neutre (il divano in lino, le poltrone vintage in pelle, modello Chesterfield), il compito di dialogare con il pavimento è stato demandato al pouf rosso, al tavolino da caffè bianco, al plaid che riprende entrambe le tinte e all'irriverente tappeto dalla sagoma "a pelle di mucca", in tessuto rosso.


In cucina, aperta sulla zona soggiorno, ancora un tributo rosso/arancione con il lampadario con paralume a tronco di cono: unico elemento cromatico di collegamento con le piastrelle.
Per il resto, gli elementi della zona cottura sono molto luminosi (il bianco domina, nel laminato dei mobiletto alle basi cucina e nelle sedie di Vitra) e naturali, come nel tavolo il cui piano è in legno di recupero.


In camera da letto sono predominanti i colori caldi delle terre, nella pavimentazione e ripresi nei tessili.
Una gran fortuna avere in camera il camino d'epoca, sul quale poggiare una specchiera dei primi 900. Delizioso anche l'angolo con i vecchi bauli e le gabbiette in filo metallico decorative.


Sicuramente questo appartamento spagnolo ci mostra come a volte sia vincente osare, specie se ci si trova ad abitare una vecchia casa che sarebbe un vero peccato snaturare...rendendola uguale a tante altre di nuova generazione.




Perché il bello di una casa è che sia nostra...e parte del divertimento è trasformare quelli che sembrerebbero punti a sfavore in veri e propri punti di forza, unici e personali.
Se qualcuno di voi è alle prese con scelte difficili riguardo alle finiture di una vecchia casa, condivida con noi nello spazio qui sotto!

Buone scelte e alla prossima.

Credits: Tutte le immagini sono tratte da Micasa

2 commenti:

  1. Meraviglia delle MERAVIGLIE!!!!!!! Condivido pienamente, oggi si tende a rendere tutto più "lineare": parquet, pareti sui toni del grigio...ecc, ma l'energia che trasmette questo appartamento è pazzesca!!

    Interessantissimo il tuo blog.. Scoperto da pinterest!! :)

    A presto
    Nicoletta

    RispondiElimina
  2. Grazie Nicoletta per il tuo contributo! Sono ben felice che tu mi abbia scoperta!
    In effetti ogni tanto sarebbe bello avere il coraggio di osare...se non nel mettere ex-novo maioliche così "originali", almeno nel conservare certi pavimenti che raccontano la storia di una casa. Spesso si fanno scelte più "rassicuranti" (che ben capisco), privilegiando finiture più omogenee e neutre, ma cosa si perde!
    Grazie e a presto, ti aspetto ancora qui :-)
    Federica

    RispondiElimina

Puoi inserire un commento anche senza essere registrato