mercoledì 25 marzo 2015

Osare con il vintage...a colori

Pioggerella odierna a parte...la Primavera è arrivata!
Immancabilmente porta con sé la voglia di novità, di spostare mobili, ritinteggiare stanze, rinnovare qualcosa qua e là nella nostra casa...e magari anche aggiungere un tocco di colore!
Se siete amanti del vintage, sapete bene quanto possa essere arduo trovare pezzi d'annata che siano anche vivaci e colorati.
Questo post è dedicato a chi ama il vintage nella sua versione più eccentrica e sorprendente.
A chi NON ama i gli arredi anonimi, a chi non ha paura di stancarsi per un po' di colore in più.

Iniziamo subito con il "pezzo shock": si tratta di un vecchio bancone anni '50, rivestito in formica bicolor. Le condizioni vintage sono perfette, il che è cosa alquanto rara quando si tratta di arredi che provengono dal mondo "commerciale" e in formica.
Sicuramente non è un pezzo adatto a tutte le abitazioni; può essere perfetto per chi ama uno stile eclettico, un po' mix&match, ma anche per chi desidera rendere questo arredo protagonista del soggiorno, attorniato da arredi più basic nelle linee e nei colori.
Ad esempio in un'abitazione dal gusto ipermoderno, tutta bianco e nero o con ripresa di uno dei colori del bancone stesso.



Il retro del bancone ben si presta a diventare uno spazio in cui collocare stoviglie e tutto l'occorrente per imbandire la tavola.

Lo vedrei perfetto posto tra cucina e zona pranzo, in un open space, per dividere in modo discreto e funzionale le due aree e, ovviamente, sfruttare i due lati del bancone.
Oppure potrebbe diventare il protagonista del vostro negozio, qualsiasi cosa vendiate.
I clienti (se sono come me...) farebbero la fila solo per "curiosare" il vostro bancone.


Dopo lo shock iniziale, proseguiamo con qualcosa di meno appariscente nelle forme e nei colori, ma altrettanto degno di essere il protagonista di casa!
Una bellissima cassettiera da negozio: 14 capienti cassettoni.
Il suo bello?
Lo stile "usurato" autentico del vintage industriale.


Non da meno è il vecchio mobile da archivio: cassetti e ante lo rendono perfetto per un ufficio, ma anche il cucina, in salotto o, perchè no, come originalissima e inaspettata cassettiera in camera da letto.
L'importante è pensare "fuori dalla scatola" e non fossilizzarsi sugli usi per i quali i mobili sono nati: spesso questa filosofia si rivela vincente!


Concludiamo la panoramica di oggi con qualcosa che potrebbe piacere anche agli amanti di uno stile più tradizionale o agli amanti dello shabby chic: le scale.
Complemento ormai emulato anche da tanti rivenditori d'arredo, in versione nuova o "finto antico", le scale sono uno di quegli elementi che, se ben usati, possono fare la differenza.
Chiaramente richiedono uno sforzo creativo per essere riutilizzate, ma presto su queste pagine troverete un post dedicato proprio al riuso di vecchie scale!
Per non perdervelo c'è più di un modo:
  • usare i nostri Feed (colonna di destra "Iscriviti a"): in questo modo verrete aggiornati ogni qualvolta venga pubblicato un nuovo post;
  • Seguire Retrò lasciando la propria mail: una mail vi avviserà della nuova pubblicazione;
  • Seguendo Retrò su Facebook.
Alla prossima! :-)

Federica



Nessun commento:

Posta un commento

Puoi inserire un commento anche senza essere registrato