martedì 21 luglio 2015

Una cucina stile industriale dal sapore retrò

Tra le varie proposte che la rete ci permette di "scovare", ho individuato quella di un marchio made in Italy che si occupa di cucine da ben 50 anni.
Non è uno di quei marchi sempre sulla bocca di tutti, ma, leggendo opinioni qua e là, pare proprio che sia un prodotto valido, che raccoglie i consensi di chi le possiede o le ha viste dal vivo. Sicuramente il design delle Gicinque Cucine è di tutto rispetto; il marchio propone davvero molti modelli e combinazioni, che consentono una personalizzazione piuttosto capillare di numerosi dettagli.
Tra questi c'è una configurazione che mi è piaciuta particolarmente, perchè trovo che coniughi al meglio lo spirito vintage e quello un po' nordico che mi si confanno: è la cucina Oslo.
La versione che ho scelto è quella di ispirazione più "urbana", con un mix di ante in Rovere Marino, Bianco Luna e Rovere Scandinavo.



mercoledì 15 luglio 2015

Il fascino del vintage...anche Ikea

Era da tempo che avevo in mente di scrivere questo post; ma necessitavo del giusto tempo per fare una cernita del mio The Best of...Ikea!
Inutile che vi presenti l'Azienda, tra l'altro se ne è già parlato anche qui trattando di "riuso" (hackeraggio) di elementi Ikea in modo anticonvenzionale.
La declinazione che voglio dare a questo articolo è un poco più insolita: la ricerca dei migliori pezzi d'annata prodotti da Ikea. So che i nostalgici apprezzeranno ;-)
E se ricordate solo ora di avere quello che avete sempre considerato del "vecchiume Ikea", tutti in soffitta a rispolverarlo!
Potreste lasciare a bocca aperta qualcuno.


Nel 1951 la tipica poltrona dallo stile country viene prodotta da Ikea e commercializzata con il nome MK Chair.
La MK Chair ha un design intramontabile. É senz'altro tra le mie wing chair preferite, di nuovo in commercio dal 2012 con il nome Strandmon.
Mi piaceva già molto nella versione grigia, ma trovo deliziose le nuove colorazioni nelle quali è stata proposta di recente: il giallo e il verde ne sdrammatizzano molto le linee austere, rendendola un pezzo di design ironico e...comodo (il che non guasta!).

Immagini di repertorio

venerdì 10 luglio 2015

L'intruso blu - camerette da adattare

Chi non c'è passato?
Che siano ereditati dal fratello maggiore, dal cugino o dell'amico, a tanti tocca (o è toccata) la buona sorte di ricevere quel pezzo d'arredo che non aveva in mente per la cameretta.
Armadio, scrivania o letto che sia, poco importa: ciò che li accomuna è il disagio!
Il disagio: l'essere proprio fuori posto in quella stanzetta; ma che peccato buttarli...
Ecco allora che si accetta il dono pensando "provvederò a dargli un senso".
Faccio outing: a me è accaduto.

L'intruso? Un letto di gran marca e ottima fattura (non è quello in foto; non facciamo pubblicità, che tanto non ne han bisogno). Bellissimo (chi dice il contrario?).
Però...c'è un "però": il colore blu. Blu navy.
Che se tua figlia sogna il letto delle principesse, beh, allora è un problema!

Per tutti quelli che sono ancora nel tunnel, alla ricerca del senso da dare a quella roba lì, che proprio non c'entra nulla con quel che avevate in mente...ecco, a voi tutti è dedicata questa moodboard.
Magari anche voi avete "l'intruso blu".
Se non è blu, prendete spunto o scrivete (retroanddesign@tiscali.it): daremo un senso anche a lui!

E se una moodboard è quello che vi serve per ripensare una stanza, correte a vedere l'offerta "prima moodboard" completamente personalizzata e cucita su misura per il vostro progetto!




lunedì 6 luglio 2015

Legno in casa, in versione inedita

Una delle cose che amo dell'avere un blog?
Oltre alle solite (raccolta di idee, ispirazioni, progetti &co.), ce n'è un'altra, meno scontata.
Ovvero che se, prima, come professionista venivo contattata da varie aziende di settore che mi presentavano i loro prodotti, ora la cosa si è fatta esponenziale.
Esponenziale e scocciante, direte voi; a volte, ma in alcuni casi anche positiva!

In effetti a questo ho pensato quando ho ricevuto la presentazione della Blocco.
Di questo progetto mi è piaciuta la mission: portare in casa un materiale vivo e caldo come il legno allo stato "puro", senza troppe lavorazioni, in modo facile e a secco.
E portarlo non nelle solite finiture (il parquet con finitura ad olio...bello, ma già noto), ma in una versione inedita e versatile.
Non tutti i pezzi delle linea Blocco mi hanno entusiasmato, ma alcuni sono davvero azzeccati e adatti a svariate configurazioni.

In particolare condivido con voi quelli che mi sono piaciuti maggiormente: li trovo fantastici per conferire un'atmosfera fresca e naturale (perfetta d'estate) e, al tempo stesso, calda e accogliente in inverno, con i tessili giusti...
Della famiglia Blocco fanno parte i blocchetti di Blocco Arreda: il sistema in legno massello o lamellare che permette di creare creare pareti, rivestimenti, divisori o quanto altro la fantasia progettuale suggerisca.

Molto carina l'idea di farne testiera del letto...


Un'originale testiera con mensoline

Ma anche quella di caratterizzare la parete del bagno, con quella sensazione di semplicità e naturalezza che solo il legno sa offrire, per un'ambiente che evochi le SPA nordiche: acqua e legno.