martedì 29 settembre 2015

Le 10 regole d'oro per comprare casa

Oggi affrontiamo una questione spinosa: l'acquisto della prima casa.
Faccio riferimento alla prima casa immaginando che chi è al primo approccio con il mondo immobiliare possa riscontrare qualche difficoltà in più rispetto a chi ha già maturato esperienza.
Stiliamo dunque un decalogo chiaro (spero!) e sintetico (ci provo)...

...affinchè il sogno...

Credits
...non si trasformi in incubo!

mercoledì 23 settembre 2015

Tappeti originali e alternativi

Tappeti, croce e delizia della casa: chi li ama e chi li detesta.
Ne abbiamo parlato già in svariate occasioni, sia quando abbiamo trattato dei tappeti frutto di upcycling, sia quando abbiamo trattato dei tappeti in vinile di Beija Flor Carpet che, tra l'altro, è uno dei post più gettonati del blog!

Ma ciò che caratterizza la vostra ricerca noto che è anzitutto il desiderio di trovare un'alternativa al classico tappeto.
In effetti, volendo prendere le distanze dal solito clichè del tappeto a pelo medio o lungo, si apre un panorama alternativo, fatto per lo più di tappeti a stuoia o, come nel caso di Beija Flor, addirittura in un materiale inconsueto quanto splendidamente interpretato da questo marchio: il vinile.
Avendo già diffusamente parlato di questi ultimi, colgo al balzo una delle mail ricevute di recente per esplorare il panorama del tappeto/stuoia...insomma, quello che gli inglesi chiamano "rug".

Questa tipologia è caratterizzata da una trama piatta, che già la rende tendenzialmente moderna, nonchè pratica nella manutenzione e nella pulizia.
Devo ammettere che la selezione che vi propongo mi ha richiesto un certo sforzo, data la presenza sul mercato di moltissimi prodotti davvero interessanti.
Ma, alla fine, segna qua, depenna là...sul mio taccuino sono rimasti questi "The best of".
Spero che questa wish-list piaccia anche a voi!

Gandìa Blasco ha una selezione di tappeti da mangiare con gli occhi; tra i tanti ho però scelto il tappeto Seal, un kilim 100% lana.

giovedì 10 settembre 2015

Angolo studio - lavoro in casa (back to school!)

Settembre tempo di rientri.
Che sia a scuola o in ufficio, il ritorno ai doveri può rivelarsi spesso faticoso.
Per fortuna possiamo alleggerire questa fatica associandola a qualcosa di piacevole!
Non so voi, ma io a Settembre ho desiderio di novità...e riesco sempre a inventarmi qualche piccola modifica, miglioria o riorganizzazione, anche solo di piccole aree della casa, per iniziare con il piede giusto.

Se anche voi avete lo stesso "pallino", questo è il momento giusto per concentrarsi sulla postazione studio/lavoro o semplicemente l'angolo dove tenete il pc per hobby.
Per renderlo uno spazio in cui sia piacevole accomodarsi non serve poi molto, come dimostrano questi progetti. Scommettiamo che vi faranno venir voglia di studiare o lavorare?

Iniziamo con il minimalismo dal sapore scandinavo. Il trittico bianco-nero-legno naturale non stanca mai e si inserisce bene in molti contesti.

lunedì 7 settembre 2015

Poltrone originali anni '60 di design

Torniamo a parlare di design d'annata godendoci la visione di questa coppia di poltrone 4801, progetto Joe Colombo, prodotte da Kartell nel 1965.
Si tratta di un pezzo di storia del design che fa degnamente parte delle collezioni dei più importanti musei al mondo: il MOMA di New York, il Victoria & Albert Museum di Londra e il Centre Pompidou di Parigi e, come spesso accade, per i prodotti di alto design, pare incredibile che questo progetto sia stato concepito più di 50 anni fa.
In effetti la linea è così attuale da aver indotto Kartell a produrne una riedizione in serie numerata nel 2011 per rendere omaggio al genio creativo di Colombo (la trovate in vendita anche online sul sito Kartell...il prezzo è per estimatori).
Ma le peculiarità di queste poltrone anni '60 non si fermano qui.

Infatti, nella prima originale edizione, queste poltrone furono realizzate in compensato curvato e laccato; per la precisione in tre pezzi tra loro incastrabili senza l'uso di viti, nè parti metalliche nè colla. 
Era il 1965 e non era ancora disponibile il tecnopolimero termoplastico che caratterizzerà tutto il resto della produzione Kartell.
Queste sedute resteranno un unicum nella linea Kartell, prodotte in diversi colori: bianco, nero, arancio e verde.

Quelle che ho trovato grazie ai nostri preziosi fornitori (grazie!) - che ci riservano sempre prezzi dedicati- sono una coppia di originali 4801 del 1965, nel colore arancio.
Perfette per un angolo conversazione in casa, in uno studio professionale, in un negozio o, perchè no, come alternativa alla tradizionale poltrona da salotto.
Stupende accostate ad un divano di design o dal gusto contemporaneo, ma anche (per gli amanti del vintage 100%) anche a sedute della medesima epoca o degli anni '70...per ricreare un'atmosfera davvero d'impatto.

E a voi piacciono? Fatemi sapere cosa ne pensate!


mercoledì 2 settembre 2015

Fine estate sul balcone in città

Ben ritrovati!

Dopo una lunga rigenerante assenza eccomi di ritorno; spero che abbiate trascorso l'estate dando spazio a ciò che più vi appaga, perchè ora si fa sul serio: Settembre è arrivato, come sempre foriero di nuovi progetti, buoni propositi e desiderio di cambiamento.
Solo per me è cosí, o anche per voi?

Uno degli obbiettivi che mi propongo ogni anno è quello di "portare" un po' di vacanza anche a casa. Ritmi più rilassati, vivere il weekend come fosse una mini vacanza (anche quando si sta semplicemente a casa)...atmosfere da vacanza.
E, naturalmente, rivedere gli spazi di casa o anche solo accessori e organizzazione.
Magari prendendo spunto dalle case di vacanza in cui ho alloggiato e portando con me il buono e ciò che ho apprezzato (sí, non amo gli hotel!).

Ecco dunque qualche piccola idea da esterno per goderci questo scampolo finale d'estate - se avrà voglia di farci ancora un po' di compagnia...
Oppure da adattare a verande e portici o, ancora, da conservare in memoria per il prossimo Maggio/Giugno. [Dai che è vicino!]

Si tratta di semplici balconi. Balconi reali, niente terrazze panoramiche e portici da favola; case comuni dove l'estro decorativo è stato in grado di creare atmosfere vacanziere anche in città.
E voi che siete ancora al mare, non ditemi che avete voglia di rientrare in città per sistemare quel balcone triste!

1) Tema verde. Pratica la panca contenitore e l 'idea di creare uno schienale imbottito con un tubolare da cucina e due cuscini...verdi!