martedì 23 febbraio 2016

Interni a tema: il giallo mostarda

Parliamo oggi di un colore piuttosto insolito, uno di quelli ai quali non pensereste mai di affidare il mood di una casa...eppure!
Si tratta del giallo mostarda: il mustard, per dirla all'inglese.
Se temete che faccia troppo anni '70, date un'occhiata a queste scelte interiors: ho il sospetto che molto presto cambierete idea!

Ciò che mi piace di questo colore è che, pur essendo un colore dalla base "calda", riesce a non essere smaccatamente un colore etnico o estivo.
È elegante, sicuramente dal gusto un po' vintage  se accostato ai toni del marrone e delle terre, ma molto raffinato. Assolutamente attuale e insolito, se ben dosato e abbinato a tinte pastello; o, ancora, a tinte più decise come il turchese, il petrolio o la loro combinazione, il color ottanio. Oppure, perchè no, il grigio.
Sfogliate con me le immagini che seguono per scoprire i punti di forza di ogni ambientazione.

Credits
Super chic le pareti in turchese/ottanio. Se ben mixate con arredi e pavimenti chiari (i toni del grigio sono azzeccatissimi) e in un ambiente molto luminoso, donano intimità e allegria al salotto.
I tessili, in fantasia e monocromatici, richiamano il colore dominante, spezzato (e qui ci siamo!) dal giallo mostarda. Proprio questo, ripreso anche dalle geometrie del tappeto stuoia, è il tocco in più, capace di alleggerire e dare carattere a questo ambiente elegante ma al tempo stesso molto easy.


Dal gusto vagamente retrò la scelta di inserire un piccolo tocco mostarda in una interno moderno, dal tono neutro, dove emergono i pochi elementi colorati. 
Il mostarda è sapientemente dosato, con richiami discreti che danno unitarietà all'ambiente e giocano a rincorrersi tra loro, dando un senso ad ognuno di essi.

Credits
Di forte impatto la scelta di usare una base nelle sfumature del grigio per dare risalto al tappeto a pelo corto in un deciso verde smeraldo e alla poltrona mostarda.
I cucini e il quadro sono in grado di completare lo scenario e conferiscono completezza, dando profondità al divano che, senza, si "appiattirebbe" contro la parete di fondo.

Credits

Tutt'altro stile per questo interno dal gusto nordico: legno sbiancato per i pavimenti e la stessa scelta alle pareti. Colori "polverosi", tipici dello stile nordic, accentuati dalla presenza di una pelle a pavimento.
L'uso ripetuto del rosa in diverse sfumature ci insegna che questa tinta può non essere banale nè troppo leziosa, a patto che sia l'unico colore a ripetersi e che sia in dialogo con altri elementi, anche in netto contrasto cromatico. Questo accade con il cuscino mostarda, che pare prendere le distanze da tutto l'intorno, ma che si sposa perfettamente sia con i colori pastello che con gli spunti black and white.

Credits

Ultima opzione! Quella per chi chi ha deciso davvero di osare e non ha paura di sbagliare!
In questo caso meglio farsi consigliare da un occhio e una mano esperta, per non incorrere nell'errore di accostare colori che facciano a pugni. Con esperienza e gusto è possibile mixare colori ricchi di personalità fra loro, senza che questi soccombano. E poi con una lampada da terra Twiggy a far da protagonista, tutto è più facile!

Se queste ispirazioni non vi bastano e avete bisogno di un'ultimo spunto per convincervi che il mostarda è davvero il vostro colore, sono certa che lo troverete in una di queste moodboard.
Buon colore!

Federica


Credits
Credits



Credits






Nessun commento:

Posta un commento

Puoi inserire un commento anche senza essere registrato