mercoledì 2 marzo 2016

Home Staging micro-ricettività: restyling di un b&b

Antonella è la simpatica proprietaria del bed & breakfast Dolce Riposo, a 6 km dalla zona Fiera, nel comune di Vanzago, hinterland milanese.
Il suo b&b, a gestione familiare, nasce dieci anni or sono quando si affaccia l'idea di sfruttare l'ex appartamento dei genitori, al piano terra della bifamiliare in cui vive, in una tranquilla zona della città di Vanzago.
L'ubicazione è l'ideale per ospitare non solo viaggiatori e frequentatori della metropoli lombarda, ma anche e soprattutto per accogliere il bacino di utenza costituito dai frequentatori della vicinissima Rho Fiera Milano, a soli 8 minuti di treno.

Antonella desidera rinfrescare un po' il look del suo b&b: da quando ha inaugurato l'attività non si è mai dedicata ad un vero e proprio restyling, ma solo a qualche piccolo ritocco qua e là.
Nella stanza comune, dove viene servita la colazione, tutto sembra cristallizzato agli anni '70, ma con inserti "stratificati" nel tempo, rendendo l'ambiente un po' confuso.


Sulla credenza-libreria anni '70 nera un mix di libri, suppellettili e stoviglie in uso al b&b. Ma anche tanti cimeli e ricordi di famiglia.
Sul tavolo (in realtà due tavoli anni '50 accoppiati), una cerata a coprirne il piano; in tal modo, però, anche le tipiche e bellissime gambe ad X (ne abbiamo già parlato) vengono nascoste alla vista.
A completare l'ambiente, sedie con seduta in paglia e un piccolo mobiletto usato come appoggio per il buffet.


Parlare con Antonella e la sorella, che insieme a lei gestisce il b&b, mi fa capire che c'è molta voglia di novità!
Hanno bisogno di un intervento di Home Staging per la micro-ricettività: di un allestimento pensato proprio per gli immobili già convertiti (o da riconvertire) in b&b-affittacamere.

Il principio dell'HOME STAGING c'é: piacere al maggior numero di persone possibile!

Quello che propongo loro non ha nulla a che vedere con un lavoro di interior design.
Qui si parla di piccole modifiche low cost, valorizzando l'esistente e rendendolo più appetibile e piacevole.
Insieme definiamo 2 step, che richiedono investimenti ben diversi.

1° STEP

Conservare gli arredi esistenti e accessoriarli nel modo giusto, per dare un nuovo look alla stanza, con una spesa prossima allo zero.
Il risultato di questo lavoro sono delle tabelle aggiungere-mettere-sostituire con indicazioni schematiche e molto precise delle operazioni che è necessario eseguire.
Il tutto, da realizzarsi in una seconda fase operativa, è contenuto nel fascicolo "Consulenza di Home Staging".


2° STEP

Prendendo spunto dagli accessori in dotazione del b&b, prospetto ad Antonella diverse opzioni di stile.
Lei mi confida che le piacerebbe dare uno stile vagamente provenzale all'ambiente: qualche tocco francese c'è già negli accessori che usa quotidianamente, ma questi si perdono nel mix di stili presente.
Per l'atmosfera tranquilla, rilassante e familiare che Antonella mira a creare nella sua attività, un piccolo tocco di questo genere è senz'altro un'opzione che funziona.



Ecco allora che prevedo un allestimento Home Staging da realizzare quando Antonella avrà voglia ed energia per rivedere l'intero ambiente.
Nelle sue mani, un fascicolo con la "Consulenza di Home Staging".
In questo trova delle immagini 3D di come potrebbe diventare la sua zona colazione e una shopping list con mobilio, prezzi, consigli di stile per raggiungere l'obbiettivo.
Queste indicazioni verranno attuate con la fase di "Intervento di Home Staging". Quindi, all'atto pratico, le potremo applicare in un secondo momento, definito dalla cliente.

L'allestimento prevede, oltre alla sostituzione degli arredi, anche una revisione di buona parte degli accessori in dotazione del b&b, per allinearli all'obbiettivo prefisso.



Ben definiti sono lo spazio di lettura e di consultazione di mappe e guide della città e la zona colazione.
Il tocco provenzale si ritrova nelle tovagliette, nella scelta di copricuscini in crème e verde salvia, nel mobilio (Ikea, ristilizzato con un grigio polvere e nuovi pomoli). Tocchi di colore sparsi qua e là a ravvivare l'ambiente.

L'idea decòr ZERO budget?
Creare delle cornici decorative in cui posizionare ritagli di carta da parati, ritagli di tessuti e di carta regalo. Tutto purchè in tema romantico-floreale. Le pareti restano del colore attuale, uno smalto lavabile in tenue rosa confetto.


I dipinti di stampo classico già presenti vengono valorizzati, accorpandoli per creare un effetto collezione che crescerà nel tempo.
Denominatore comune? Le cornici dorate, ricordo di famiglia che abbiamo voluto conservare intatte.

Nella prossima puntata dedicata al b&b Dolce Riposo di Vanzago, vedremo insieme la zona notte.
Non perdetevela!



Nessun commento:

Posta un commento

Puoi inserire un commento anche senza essere registrato