giovedì 11 maggio 2017

Il progetto più "progetto"

Chi ogni tanto legge (c'è ancora qualcuno in linea?) avrà notato l'assordante assenza dal blog negli ultimi mesi. In effetti qualcosa ho combinato, oltre alla mia normale attività lavorativa, per essere COSÍ distratta dall'operoso aggiornamento. Ecco allora una serie di scatti che sintetizza (più o meno), l'impegno extra che questi mesi hanno richiesto per dedicarmi, oltre che alle case degli altri, anche alla mia...
La "nostra storia" è iniziata così: con amore a prima vista.
Di questo immobile mi hanno colpita molti aspetti, pur dovendo fare i conti con alcuni difetti.
Ma si sa, nessuno è perfetto!
Mi è piaciuta la presenza di un ingresso ampio: è uno spazio sempre prezioso, anche se negli immobili di recente progettazione è caduto in disuso, vista la necessità di ridurre all'osso gli spazi di transito. Ma se avete la fortuna di possedere un immobile datato non trascurate questo spazio, ancor più utile se sono presenti o vi si progettano delle nicchie, utilizzabili come guardaroba o ripostiglio.


L'ingresso immette al vano scale.


Il salotto, alla prima visita, era un po' affollato...ma la potenzialità degli spazi e il vecchio parquet in rovere sono riusciti a farsi notare comunque.




Il bagno era un (bel) po' vintage, ma dal vivo davvero ricco di fascino, con i suoi rivestimenti a mosaico dalla particolare forma simil giglio fiorentino in ceramica verde cangiante...



La cucina con l'ingresso dall'antibagno lasciava un po' a desiderare...e la carta da parati onnipresente faceva parlare di sè anche qui!


Ma ovunque mi girassi vedevo una meravigliosa pavimentazione in misto battuto e seminato, alla veneziana, che mi faceva tirare un sospiro di sollievo (tutto stava nel salvaguardarla in fase di riprogettazione impianti, ma di questo parleremo un'altra volta).


Insomma, alla fine il fascino del camino dalla gigantesca bocca è prevalso!


Così è iniziata questa avventura ancora in corso: già, perchè molto ci vorrà prima di poter produrre delle immagini editabili del risultato finale. Ma le belle avventure vanno assaporate piano piano, perchè quel che rende le esperienze indimenticabili non è la meta, ma il viaggio.
E per chi fa suo questo motto, non c'è miglior modo per assaporare il viaggio che cercare con cura una casa da ristrutturare con amore e pazienza.
Possiamo assistervi fin dalla ricerca/scelta dell'immobile (con verifica della regolarità edilizia e studio di fattibilità), alla progettazione e direzione lavori.

Ehm sì, avrete anche una spalla su cui piangere, con un buon caffè in mano, nei momenti di sconforto! :-D
La verità è che sarà un'avventura stupenda e la gioia e l'entusiasmo supereranno di gran lunga qualsiasi preoccupazione.
Se state per salire sulla barca di questa avventura, scrivete a retroanddesign@tiscali.it.

1 commento:

  1. Al termine di questo progetto così lungo avrete ancora più soddisfazione nel vederlo finito! Belle foto :)

    RispondiElimina

Puoi inserire un commento anche senza essere registrato