mercoledì 6 dicembre 2017

Un piccolo trilocale da ristrutturare

Parliamo oggi di questo piccolo trilocale di circa 64 mq calpestabili.
La planimetria che vedete nell'immagine rappresenta lo stato di fatto, ovvero la situazione allo stato attuale.
La richiesta del cliente è quella di effettuare uno studio di fattibilità per una ristrutturazione, ovvero di valutare come questa unità immobiliare possa essere modificata in fase di ristrutturazione.



In questi casi come si procede?

1. Rilievo dell'esistente e sua rappresentazione planimetrica;
2. Studio della normativa tecnica comunale vigente.

La fase al punto 2 è di fondamentale importanza, perchè sarà determinante per l'orientamento delle progettuali. Capire, infatti, in quale direzione le normative tecniche ci permettano di operare consente di inquadrare la tipologia di intervento.
Nel caso in esame, ad esempio, non è consentita la modifica delle facciate (quindi le opere potranno essere solo interne) e, giusto per citare una limitazione tra le più importanti, salvo deroghe (che vengono concesse con il contagocce e per più che motivate ragioni), le nome tecniche comunali e il regolamento di igiene richiedono che il servizio igienico di principale utilizzo sia dotato di finestra.



Troppo spesso chi vuol sistemare casa trascura, pensando che ciò sia un risparmio, la corretta impostazione iniziale del progetto.
Come?
Ad esempio rivolgendosi ad un'impresa (che solitamente si presta a fare il classico "preventivo "a spanne" - ovvero su per giù- gratis) che gli dia "un'idea di massima". Idea che di lì a poco si scontrerà con le realtà: che esistono norme tecniche -il cui esame spetta ad un tecnico di fiducia- che orientano l'intero progetto!


Ma tornando a noi, ce la faremo ad ottimizzare gli spazi a disposizione per ricavare, secondo quanto richiesto dal cliente?

RICHIESTA:

- una camera da letto matrimoniale
- una camera da letto singola
- soggiorno/sala
- cucina separata
- bagno (possibilmente con finestra, sia perchè è decisamente consigliabile, sia perchè la normativa ce lo "quasi impone")
- lavanderia
- ripostiglio.

Il tutto in 64 mq, senza toccare la facciata (perciò niente nuove aperture) e senza intervenire con opere strutturali pesanti, ovvero senza demolire muri portanti.


Presto la risposta con una proposta progettuale.
Fantasticate un po' con noi su come potrebbe trasformarsi questa casetta! ;-)

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi inserire un commento anche senza essere registrato